no.au

Home » Know how » LE MATERIE PRIME DELLA BIRRA: IL LUPPOLO

LE MATERIE PRIME DELLA BIRRA: IL LUPPOLO

luppoloIl luppolo è una pianta orticacea rampicante (Humulus Lupulus), della stessa famiglia della cannabis, che usata nella produzione della birra ha svariate funzioni:

  • controbilancia la dolcezza del malto con il suo amaro,
  • arricchisce la birra con i suoi aromi,
  • ha un’azione di prevenzione anti batterica,
  • favorisce la coagulazione in pentola di proteine,
  • fornisce una buona schiuma stabile e allunga i tempi di conservazione.

Proprio quest’ultima funzione ha favorito il trasporto, la diffusione e la conservazione della birra in tutto il mondo: infatti prima dell’utilizzo del luppolo la birra prodotta era destinata solo all’uso locale in quanto, senza l’azione conservante naturale della pianta, si rovinava rapidamente.

Esistono luppoli da aroma, amaricanti e doppiovalenti. Nella prima categoria troviamo: Saaz, Spalt, Tettnanger, Hallertauer Mittelfrüh (detti anche “nobili”), East kent e Styrian Goldings, Fuggles, Cascade e molti altri. Amaricanti sono, invece; Brewer’s Gold, Nugget, Chinook, Eroica, ecc. Sono luppoli doppiovalenti: Northen Brewer, Columbus, Cluster, Perle e Centennial.

Il luppolo può essere utilizzato non solo durante la bollitura, ma anche “a freddo”, durante la fermentazione. Questa tecnica, chiamata “dry hopping”, permette di mantenere intatti olii essenziali che a caldo verrebbero persi, così da contribuire maggiormente al profilo aromatico della birra.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: