no.au

Home » Dimmi cosa bevi... » DI SAISON IN SAISON!

DI SAISON IN SAISON!

“Saison”, in francese, non significa solo “stagione”… significa anche “birra”! Stiamo parlando di uno stile nato verso la fine dell’Ottocento nella Vallonia (sud del Belgio), dove la produzione di birra era volta soprattutto a dissetare uomini esausti dal lavoro dei campi. Proprio per questo, le caratteristiche fondamentali di queste bevande stagionali (venivano prodotte in autunno per l’estate) erano e rimangono la beverinità, la leggerezza, la freschezza, i profumi. Le saison sono birre che sanno di primavera, nate a partire dall’uso di cereali spesso misti che si prestano a diverse fantasiose aromatizzazioni. La tradizione delle saison, come è successo per gli altri stili di birra, non si è fermata nel paese d’origine: adesso, vengono prodotte nel resto del mondo, dagli Stati Uniti all’Italia. Fermiamoci qui, ad alcune saison nostrane:

  • Duchessa di Birra del Borgo: 5,8° per una birra prodotta con il farro, tradizionalmente coltivato nel territorio del Parco Regionale dei Monti della Duchessa. Si presenta dorata, con riflessi aranciati, appena velata; la schiuma è abbondante e pannosa. Al naso è molto fruttata (banana, ananas, frutta tropicale) e floreale, leggermente pepata. In bocca la gasatura è fine, c’è una leggera acidità e il corpo è adeguato. La luppolatura è moderata, il finale molto piacevole, fresco.

duchessa

  • Enkir di Birra del Borgo: saison da 6,1°, prodotta con il 55% del cereale Enkir (Triticum Monococcum, il primo cereale addomesticato sulla terra). L’ingrediente protagonista regala alla birra meravigliose note resinose e speziate che si sposano con le note di frutta a polpa gialla. Birra di grande equilibrio, delicata e molto morbida.

enkir

  •  Wayan di Baladin: nella prima versione, si tratta di una birra fatta a partire da tre cereali: orzo, farro, frumento. Evoca ricordi di campagne e agrumeti assolati che con i loro profumi ben si sposano con i suoi sentori di fiori di zagara, pera e bergamotto. Frizzante e decisamente rinfrescante, di colore oro carico si presenta leggermente torbida, a tratti opalescente. Nella versione 2013, per la Wayan vengono utilizzati ben 5 cereali (orzo, farro, frumento, segale e grano saraceno) e 9 spezie differenti (tra cui 5 tipi di pepe)!

wayan

Buona primavera!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: